informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Dove studiare all’aperto a Catania e dintorni?

Commenti disabilitati su Dove studiare all’aperto a Catania e dintorni? Studiare a Catania

Con l’arrivo della bella stagione molti studenti approfittano per studiare all’aperto. Un buon metodo per godere dell’aria sana, del verde circostante e mantenere alta la concentrazione. Molti studi infatti dimostrano che immergersi in un ambiente naturale non solo ha effetti positivi sullo stato d’animo, ma anche sulla capacità di apprendimento e memorizzazione.

Se sei alla ricerca di consigli utili su dove studiare all’aperto a Catania, ecco l’articolo giusto per te! Qui troverai una lista di posti ideali per studiare e rigenerare la mente grazie ai consigli dell’Università online Niccolò Cusano di Catania.

Vuoi saperne di più? Ti consigliamo di continuare a leggere.

Studiare all’aperto: i benefici

Prima di elencarti i migliori posti dove studiare all’aperto a Catania e dintorni, vogliamo parlarti dei benefici di questa pratica.

La maggior parte degli studenti è abituata a studiare nel silenzio della propria camera, seduto alla propria scrivania. Tanti altri invece preferiscono ambienti come le biblioteche, luoghi silenziosi e privi di distrazioni. Nonostante ciò, specie con l’arrivo della primavera, è proprio fuori casa che lo studio può rivelarsi altrettanto produttivo. Dai parchi pubblici alle spiagge meno affollate, ecco perché studiare all’aperto fa bene:

  • Il contatto con la natura migliora la capacità di apprendimento
  • L’assenza di distrazioni domestiche favorisce la concentrazione
  • Trovarsi all’aperto consente di fare pause più dinamiche
  • Respirare aria sana migliora la salute e le condizioni fisiche

Ora che abbiamo visto quanto fa bene studiare immersi nella natura, vediamo quali sono i posti più indicati per farlo a Catania.

Dove studiare all’aperto a Catania: i posti ideali

Se dopo questa breve premessa hai deciso di studiare all’aperto a Catania e dintorni, ecco alcuni luoghi di cui prendere nota:

  • Giardino Bellini
  • Castello Ursino
  • Boschetto della Playa
  • Villa Pacini
  • Oasi del Simeto
  • Spiaggia di Fondachello

Catania è un’antica città portuale che offre ai suoi visitatori numerose attrazioni e luoghi da vedere. Chiese e palazzi in stile barocco, ville e parchi pubblici, circa 70 km di litorale, tradizioni enogastronomiche e clima mite durante tutto l’anno. Tutto ciò rende Catania una città di estremo interesse per i turisti, ma anche per gli abitanti stessi. Vivere a Catania e dintorni vuol dire poter godere dei suoi colori, della sua vegetazione, dei suoi profumi e del suo splendido mare.

Una città, dunque, ideale per chi desidera passare del tempo immerso nella natura, ammirarne le bellezze e prepararsi al meglio per un esame universitario. Dalle lodi di Catania, entriamo così nel vivo della guida ideata dallo staff di Unicusano.

dove studiare all aperto a Catania VIlla Bellini

DepositPhoto.com/fotokon

Studiare presso il Giardino Bellini

Il Giardino Bellini, conosciuto anche come Villa Bellini, è il più antico dei giardini di Catania. Dedicato al celebre compositore dell’Ottocento Vincenzo Bellini, il giardino, di forma rettangolare, venne aperto al pubblico nel 1883. Situato nel centro storico di Catania, con ingresso principale sulla Via Etnea, il giardino si estende su una superficie di 72.000 mq. Nel suo complesso, la struttura è costituita all’interno da due colline simmetriche e da un grande viale. In cima alla collina sud è posto un chiosco di ferro battuto che ospita un palco per la musica. Sulla cima dell’altra collina invece si trovava un chiosco di legno circolare, dove un tempo ubicata la biblioteca, andato distrutto in un incendio.

Lungo i viali si possono ammirare statue, fontane, vasche, voliere e chioschi. Si tratta del principale luogo di svago e relax dei cittadini catanesi. L’ingresso al parco è gratuito, ma occorre rispettare gli orari di apertura.

Studiare presso il Castello Ursino

Dove studiare all’aperto a Catania dopo il Giardino Bellini? Un altro luogo interessante è il Castello Ursino. Situato in Piazza Federico di Svevia, il Castello venne costruito tra il 1239 e il 1250 per volere dell’imperatore Federico. Fu opera dell’architetto Riccardo Lentini che volle renderlo simbolo del potere imperiale. Nel XVI secolo divenne dimora temporanea dei Viceré e parte della struttura fu adibita a prigione. Ancora oggi, nonostante le numerose ristrutturazioni, sono visibili graffiti e iscrizioni realizzate dai prigionieri. Dopo il restauro del 1934 divenne la sede del Museo Civico di Catania.

L’entrata al Castello è soggetta a pagamento di un biglietto di ingresso che permette di usufruire della visita guidata. Se desideri studiare godendo delle bellezze di questo castello, puoi optare per una visita interna e fermarti poi nella piazza che circonda la struttura.

Studiare presso il Boschetto della Playa

Procediamo con il nostro tour e andiamo presso il Boschetto della Playa. Dopo i recenti interventi di manutenzione, il Boschetto della Playa è tornato ad essere lo storico polmone verde di Catania. Sono state montate nuove panchine in legno e sono stati condotto interventi anche all’area giochi dedicata ai bambini. Ripopolato anche il laghetto con l’immissione di esemplari di carpe e tartarughe. Il boschetto, situato nell’omonima Strada Boschetto della Plaia, è accessibile tutti i giorni senza limitazioni di orario. Si estende su una superficie di quasi 283.000 mq e ha un’area verde fruibile al 100%. Ideale per chi vuole leggere un buon libro o studiare all’aperto in vista di un esame.

Studiare presso Villa Pacini

Dal boschetto passiamo a Villa Pacini a Catania, un altro tra i più antichi parchi principali della città. Ci troviamo in Via Cardinale Dusmet, nel cuore di Catania, sotto i famosi Archi della Marina sorge Villa Pacini. La villa è chiamata dai catanesi “villa d’i varagghi” che significa villa degli sbadigli, data l’elevata presenza di persone anziane.

La costruzione del parco di Villa Pacini risale alla fine del 1800. All’interno della villa è possibile amminare la bella fontana ed accedere ad un’area giochi per bambini con scivoli e altalene.

Villa Pacini è il classico posto tranquillo, dove trascorrere momenti di relax e di gioco. Un luogo adatto quindi a chi cerca la concentrazione giusta per studiare.

dove studiare all aperto a Catania ragazzo

DepositPhoto.com/stokkete

Studiare presso l’Oasi del Simeto

Dalla città ci spostiamo all’Oasi del Simeto. Un’area naturale protetta, situata nel comune di Catania. La riserva occupa circa 2000 ettari ed è stata istituita nel 1984.

L’oasi del Simeto è raggiungibile facilmente con la S.S. 114 da Catania direzione Siracusa o per mezzo della tangenziale di Catania dall’ultima uscita Ponte Primosole. È inoltre raggiungibile tramite autobus con la linea 538 (Piazza Borsellino-Vaccarizzo) di A.M.T. Catania.

Il percorso della Riserva Naturale è estremamente semplice e di facile fruizione. Può essere percorso anche in bici o da famiglie con bambini.

Si accede dall’ingresso principale della riserva che conduce verso il centro visite di Torre Allegra. Qui si trova un’area ristoro con tavoli e panche in legno. Lungo il percorso è possibile ammirare diverse piante e specie di animali, tra cui il pollo sultano dal meraviglioso piumaggio blu.

Studiare presso la Spiaggia di Fondachello

Se ami il mare e desideri studiare all’aperto a Catania, ti consigliamo la Spiaggia di Fondachello. Una distesa di ciottoli e sabbia grossolana, tra le più frequentate località balneari della Sicilia orientale, situata tra Acireale e Taormina. Lungo il litorale si trovano molti stabilimenti attrezzati, ma anche ampi tratti di spiaggia libera dove fermarsi a studiare.

Per una pausa rigenerante, puoi optare per un bagno nelle sue acque limpidi e trasparenti. Il nome Fondachello deriva da un piccolo fondaco che fungeva da punto di sosta per chi transitava lungo questa fascia costiera.

Eccoci giunti al termine della nostra guida su dove studiare all’aperto a Catania. Se vuoi maggiori informazioni su cosa fare a Catania, ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento sull’itinerario dedicato a Bellini.

Credits immagine: DepositPhoto.com/kyolshin

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali