informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come vincere la pigrizia: le cose da fare subito

Commenti disabilitati su Come vincere la pigrizia: le cose da fare subito Studiare a Catania

Sei in quella fase della vita in cui non hai più voglia di fare nulla? Può succedere. A volte può essere normale sentirsi pigri e poco invogliati. L’importante è capire come vincere la pigrizia e non farle prendere il sopravvento.

Se sei uno studente dell’Università online Niccolò Cusano di Catania alle prese con problemi di pigrizia allora questo è proprio l’articolo che fa per te.

Nelle prossime righe ti spiegheremo infatti quali sono le cose da fare per essere meno pigro e tornare ad affrontare la vita universitaria con entusiasmo.

Sei pronto per saperne di più? 

come vincere la pigrizia ragazza

Pigrizia: cause e rimedi

Pigrizia, poltroneria, demotivazione…la voglia di non fare le cose e rimandare può avere vari nomi. Il risultato però è sempre lo stesso: restare fermi di fronte alle cose.

A lungo andare questa condizione può diventare un problema serio. Per questo è importante capire le cause e scoprire come sconfiggere la pigrizia.

La pigrizia è la caratteristica di alcune persone che non hanno voglia e determinazione di fare una cosa nonostante ne riconoscano l’importanza. Sapere di avere un esame importante, ma rimandare lo studio è sinonimo di pigrizia. Non rifare il letto la mattina per mancanza di volontà è un altro esempio di pigrizia. Non prendere decisioni importanti e rimandare la scelta è tipico delle persone pigre.

Come vedi la pigrizia può manifestarsi in forme e contesti differenti e diventare un problema anche per chi ci vive accanto.

Ci sono persone che per natura hanno una minore propensione ad agire e maggiore inclinazione a rimandare o a delegare gli altri. Altre persone invece vivono una condizione di immobilità rispetto a nuovi stimoli, urgenze, rimproveri e novità. In tal caso da dove ha origine questa pigrizia? In situazioni simili, il pigro vive l’azione come un rischio, un pericolo o una semplice inutilità. Così facendo si resta bloccati e la pigrizia diventa un’abitudine alla comodità e la spinta all’azione viene meno.

In linea di massima tutti noi abbiamo conosciuto periodi di svogliatezza e siamo stati vittime della pigrizia. L’importante è superare questa condizione, affinché non diventi uno stile di vita.

Come vincere la pigrizia: i modi per farcela

Vuoi sapere come essere meno pigro? Le strategie per farcela sono tante. Il tuo compito è decidere di farlo e mettere in pratica i nostri consigli. Vediamo come fare.

Fai una lista delle cose da fare

Il primo consiglio su come sconfiggere la pigrizia è rivolto a coloro che vivono una condizione di caos lavorativo. Sentirsi sovraccaricati dagli impegni e dalle cose da fare può generare la tendenza a rimandare. Per combattere questa forma di pigrizia, un buon metodo è quello di fare una lista delle cose da fare.

Per risolvere questa situazione devi prendere carta e penna e sederti. Inizia a scrivere su un foglio tutto quello che devi fare entro breve. Una volta che la lista sarà pronta, inizia a dare ordine ai compiti che hai elencato. Elimina o metti da parte gli incarichi superflui e segnala invece quelli più urgenti ed imminenti.

Inizia dalle cose semplici

Sulla scia del primo consiglio, ecco il secondo suggerimento: iniziare dalle cose semplici. Ora che la tua lista è pronta, ritrova la spinta ad agire partendo dai compiti più leggeri che ti portano via meno tempo. Fatta la prima cosa, avrai superato già il primo scalino. Continua così, passo dopo passo, finché non avrai terminato la tua lista.

Se lo ritieni necessario, prova a suddividere ogni incarico in ulteriori sotto compiti. In questo modo avrai pianificato il lavoro in maniera ancora più accurata e la confusione lascerà il posto all’organizzazione.

Ti accorgerai che, attuando questo metodo, troverai giovamento ad ogni spunta che metterai sulla tua lista. Ogni spunta sarà lo slancio per continuare ad andare avanti.

Pensa ai benefici delle tue azioni

Se continui a rimandare le cose, forse non ti sei mai soffermato a riflettere sul perché dovresti fare determinate cose.

Come vincere la pigrizia senza pensare ai vantaggi che derivano dai nostri gesti? Il terzo consiglio che ti diamo è provare a pensare al beneficio che otterrai dalle tue azioni.

Sapere di trarre un vantaggio darà maggiore concretezza al gesto e maggiore motivazione per combattere la resistenza interiore dovuta alla pigrizia.

Elimina le distrazioni

A volte l’unico motivo per cui tendiamo a procrastinare è la presenza di distrazioni. Quando stai per affrontare un incarico, assicurati che non vi siano elementi di distrazione così potenti da rendere impossibili le tue azioni. Facciamo un esempio. Se hai deciso di leggere qualche pagina del tuo nuovo libro prima di addormentarti, assicurati che il cellulare sia spento o almeno fuori dalla tua portata. Leggere un libro con il beep del cellulare in sottofondo sarebbe un’enorme distrazione e finiresti con il chiudere il libro e rispondere ai messaggi degli amici. Allontana le distrazioni, se ti è possibile.

Ora che sai come vincere la pigrizia, sei pronto per trovare la motivazione e smettere di rimandare i tuoi impegni? A proposito di mettere un freno alla pigrizia, che ne dici di pensare anche alla tua forma fisica? Leggi quali sono le migliori app per allenarsi a casa.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali