informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scienze politiche è una laurea inutile? 5 falsi miti da sfatare

Commenti disabilitati su Scienze politiche è una laurea inutile? 5 falsi miti da sfatare Studiare a Catania

Quando ci si iscrive all’Università, uno degli aspetti da considerare è la spendibilità del titolo di studio nel mondo del lavoro. Chi sceglie un indirizzo politologico, ovvero scienze politiche, sa che la sua scelta potrebbe essere oggetto di critica. Questo perché da sempre è diffusa l’opinione (errata) che scienze politiche sia inutile.

La facoltà di scienze politiche rientra infatti tra quelle facoltà universitarie che per diversi motivi sono oggetto di pregiudizi e falsi miti.

Nel nostro approfondimento, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Catania vuole analizzare questi falsi miti per evitare che si diffonda ulteriormente questo pensiero negativo.

Riteniamo infatti che non esistano facoltà e corsi di laurea meno utili di altri. Sicuramente esistono corsi di laurea con una più alta percentuale di occupazione dopo la laurea, ma la cultura e lo studio non sono mai inutili.

Se stai pensando di iscriverti alla facoltà di scienze politiche a Catania, questo articolo è proprio adatto a te.

Scienze politiche: i perché della scelta

Prima di conoscere i 5 falsi miti legati alla facoltà di scienze politiche, cerchiamo di capire quali sono i motivi che spingono un giovane diplomato ad iscriversi alla facoltà.

Chi pensa di iscriversi a scienze politiche solitamente è mosso da un forte interesse verso determinate materie. Parliamo di discipline quali diritto, economia politica, storia, filosofia politica. Solitamente alla base di questa scelta vi è il desiderio di una carriera in ambito politico e diplomatico.

Tuttavia, come vedremo più avanti, le possibilità di lavoro e gli sbocchi lavorativi sono molti altri.

Nonostante ciò, in molti, ancora oggi, vedono in scienze politiche una laurea inutile, poco spendibile sul mercato del lavoro. C’è chi la vede come una laurea ormai superata, non in grado di garantire buone prospettive lavorative e di carriera.

A questo punto non ci resta che fare un po’ di chiarezza e sfatare quei famosi falsi miti per cui scienze politiche è inutile.

scienze politiche inutile studentessa

DepositPhoto.com/VitalikRodko

Scienze politiche inutile: 5 motivi per sfatare questo pregiudizio

Quanto conviene laurearsi in scienze politiche? È un corso di laurea utile per trovare lavoro? Cosa deve aspettarsi un laureato in scienze politiche?

Ora che abbiamo capito che scienze politiche non è poi tanto inutile come vogliono farci credere, entriamo nel vivo della nostra guida. In modo particolare andiamo a rintracciare e sfatare una volta per tutte 5 falsi miti che ruotano attorno alla facoltà di scienze politiche.

Tutto ciò al fine di consentire ai giovani diplomati in procinto di iscriversi all’università di fare una scelta consapevole ed oculata.

Iniziamo dunque dal primo falso mito circa la facoltà di scienze politiche.

Scienze politiche è facile

Se scienze politiche è inutile per molti, sappi che è considerata anche una facoltà facile.

Uno degli errori più comuni che compiono i giovani studenti in fase di iscrizione all’università è proprio questo. Ovvero? Considerare scienze politiche più facile rispetto ad altre facoltà e lasciarsi condizionare da questo falso mito in fase di scelta. Noi di Unicusano sappiamo bene che non esistono facoltà facili: ogni corso di laurea richiede impegno e sacrificio. Sulla scia di questa che è diventata ormai opinione diffusa, molti diplomati prendono alla leggera il corso di studi e non si rendono conto di commettere un grave errore. Inoltre, è importante ragionare sul fatto che non ci si iscrive ad un corso di laurea perché ritenuto facile. La scelta deve essere fatta in base alle proprie aspirazioni e ai propri interessi.

In caso contrario il rischio è quello di dover fare i conti con una realtà diversa da quella che si era immaginata e dover pagare lo scotto di una scelta non fatta con la giusta motivazione.

Inoltre, come vedremo tra pochissimo, il percorso di studi risulta molto impegnativo e vasto.

Chi frequenta scienze politiche non studia nulla

Sulla scia del primo falso mito si delinea automaticamente il secondo pregiudizio. Ovvero gli iscritti a scienze politiche non hanno molto da studiare. Guai a pensare una cosa simile. Hai mai visto quali sono gli insegnamenti previsti dal corso di laurea in scienze politiche?

Il percorso didattico è ampio e le materie previste dal piano formativo del nostro ateneo sono molteplici:

  • Diritto pubblico
  • Lingua Inglese
  • Diritto privato
  • Economia politica
  • Geografia economico politica
  • Filosofia politica
  • Storia delle dottrine politiche
  • Diritto pubblico comparato
  • Informatica
  • Sociologia generale
  • Sociologia dei fenomeni politici
  • Storia contemporanea
  • Statistica
  • Politica economica
  • Storia delle relazioni internazionali
  • Lingua spagnola
  • Diritto internazionale
  • Storia ed istituzioni dell’Africa

Hai visto quante materie? Questo perché la facoltà tocca aree che vanno dalle discipline economiche a quelle politologiche, da quelle sociologiche a quelle giuridiche.

Per poter superare con successo questi esami è necessario avere un forte interesse verso suddette materie e una forte motivazione.

Senza passione, interesse e motivazione, anche la materia apparentemente più facile risulterà complessa.

Scarse prospettive economiche

Un aspetto assai dibattuto è quello che riguarda le prospettive economiche. C’è chi sostiene che scienze politiche sia inutile perché non consente di guadagnare abbastanza soldi. Alcuni studi hanno dimostrato che le lauree in ambito tecnico e scientifico, come ingegneria o medicina, siano tra le più remunerative. Detto ciò però, non possiamo generalizzare pensando che le materie umanistiche non facciano guadagnare.

Pensa ad esempio a chi riesce ad ottenere ruoli di prestigio come quello di ambasciatore. Hai idea di quanti soldi si possano guadagnare con un simile lavoro. Ricerche online ci dicono che un ambasciatore può arrivare a guadagnare fino a 200 mila euro netti l’anno. Niente male, vero?

scienze politiche inutile ambasciata

DepositPhoto.com/petenceto

Con scienze politiche non si trova lavoro

Eccoci ad un altro punto focale. Molti sostengono che scienze politiche sia inutile perché non consente di trovare lavoro facilmente. In realtà, scienza politiche ti consente di avere una visione completa del mondo e della società. Le materia di studio sono vaste e spaziano dall’economia al diritto, dalla storia alla sociologia. Il laureato in scienze politiche presenta in verità una formazione ampia e conoscenze adeguate su tanti aspetti e discipline. Una formazione interdisciplinare rende questa figura facilmente spendibile sul mondo del lavoro.

Trattandosi di una laurea che tocca molteplici ambiti, anche a livello professionale gli sbocchi lavorativi sono molteplici, da quelli più classici a quelli più innovativi. A proposito di lavoro, sai che i possessori di un titolo di laurea magistrale in scienze politiche possono lavorare anche nelle scuole. Anche senza abilitazione, chi possiede i crediti formativi richiesti dalla classe di concorso può candidarsi per ricoprire incarichi da supplente attraverso l’invio della messa a disposizione (MAD).

Scienze politiche è una facoltà obsoleta

Ultimo mito da sfatare è quello che sostiene che scienze politiche sia una facoltà obsoleta.

In base alla nostra esperienza possiamo confermare il contrario. Se pensiamo alle nuove professioni legate all’avvento del digitale, appare chiaro che anche i laureati in scienze politiche possano fare la loro parte. I nostri laureati, oltre ad avere una cultura a 360 gradi, hanno anche grandi doti comunicative e capacità di scrittura. Professioni come giornalista online o social media manager potrebbero essere tranquillamente svolte anche (se non meglio) dai nostri laureati. Come dire, il binomio scienze politiche e nuove professioni non va assolutamente dato per scontato o irreale.

Ora che sai perché scienze politiche non è inutile, ti senti pronto per iniziare il tuo percorso di studi? A questo punto, leggi anche le 7 cose da sapere prima di iscriverti a scienze politiche.

Credits immagine: DepositPhoto.com/AndrewLozovji

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali