informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Fonti energetiche alternative: a che punto siamo in Italia?

Commenti disabilitati su Fonti energetiche alternative: a che punto siamo in Italia? Studiare a Catania

Da diversi anni si sente parlare di fonti energetiche alternative e dei loro vantaggi e benefici a livello ambientale. Se questo argomento ti interessa e desideri lavorare in questo settore, sei nel posto giusto. Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Catania ti presenterà un approfondimento sulle energie alternative facendo il punto della situazione in Italia.

Al termine della nostra guida, ti daremo anche informazioni utili per iscriverti al nostro Master sulle energie rinnovabili.

Iniziamo subito dalla definizione di energia rinnovabile.

fonti energetiche alternative lampadina

Fonti energetiche alternative: cosa sono e quali sono

Prima di fare il punto della situazione rispetto alle fonti energetiche alternative in Italia, è bene fare chiarezza in merito alla definizione di fonti alternative.

Sono considerate fonti di energia alternative tutte quelle fonti di energia che utilizzano metodi di produzione diversi dai combustibili fossili. Tra le energie alternative rientrano quindi le energie rinnovabili che consentono di ottenere energia elettrica o meccanica da fonti naturali come il sole, l’acqua, il vento o il moto ondoso.

Esperti e ricercatori ritengono che le energie alternative siano la soluzione più accreditata per uno sviluppo sostenibile del nostro Pianeta e per il futuro energetico dell’umanità.

Scopriamo allora quali sono le energie rinnovabili, come si distinguono dalle energie non rinnovabili e quali vantaggi hanno sul nostro ambiente.

Energie rinnovabili

Esistono diversi tipi di energia rinnovabile, vediamo quali sono:

Energia solare

La più nota tra le energie rinnovabili è l’energia solare. Tutti abbiamo sentito parlare di pannelli fotovoltaici che consentono di trasformare l’energia solare in elettricità.

Grazie al sole, siamo in grado di ottenere acqua calda, riscaldamento, illuminazione e persino il raffreddamento. Per chi adotta questa scelta ecosostenibile anche per uso domestico, esistono diverse detrazioni fiscali alquanto vantaggiose in termini economici.

Energia eolica

Per energia eolica si intende l’energia prodotta dalla forza del vento che viene sfruttata maniera meccanica. Ci basti pensare ai mulini a vento per capire che si tratta di una scoperta di una certa età.

Energia idroelettrica

Un’altra forma di energia rinnovabile ampiamente utilizzata è l’energia idroelettrica che sfrutta l’energia cinetica fornita dall’acqua in movimento. Le turbine poi convertono l’energia meccanica in energia elettrica.

Energia geotermica

In questo caso siamo di fronte ad un tipo di energia che sfrutta il calore prodotto internamente e naturalmente dalla terra. Prelevato da rocce calde o da riserve d’acqua sotto la superficie terrestre, il calore viene trasformato in energia utilizzata per il riscaldamento di grandi edifici e per alcuni processi industriali.

Energia da biomassa

È l’energia ricavata dalla biomassa, ovvero un materiale organico di scarto di derivazione animale o vegetale.

Energia marina

L’energia marina è l’energia generata dal movimento delle onde e delle maree. L’energia cinetica esercitata dall’oceano infatti ha un potenziale enorme. Un altro tipo di energia che può essere impiegata è quella termica, dovuta al riscaldamento dell’acqua da parte del sole.

Energia dell’idrogeno

Si tratta di una fonte più che pulita e con un’elevata capacità energetica. L’idrogeno è un elemento che esiste in abbondanza ma piuttosto costoso estrarre.

Energie non rinnovabili

Passiamo ora alle energie non rinnovabili, ovvero:

Petrolio

Il petrolio è il combustibile fossile liquido principale. Si tratta di una fonte non rinnovabile considerando la differenza tra il tempo naturale di formazione e quello di estrazione. Inoltre, il petrolio greggio estratto non è immediatamente utilizzabile, in quanto deve essere prima sottoposto a un processo definito di raffinazione.

Carbone

Il carbone è il combustibile fossile più diffuso che viene impiegato soprattutto dal settore siderurgico. Questo materiale provoca un grave fenomeno di inquinamento ambientale, quello delle piogge acide.

Gas naturale

Tra le energie non rinnovabili, il gas naturale è quello meno dannoso e gode di riserve maggiori rispetto al petrolio. Il suo processo di lavorazione e le reti di trasporto comportano prezzi assai elevati.

Uranio

Meno costoso ma con impatto negativo sull’ambiente. L’uranio è difficile da smaltire per via delle scorie radioattive e al centro di famosi incidenti nucleari con non poche conseguenze sull’uomo.

Perché scegliere le fonti energetiche alternative

Ora che abbiamo visto la differenza tra energie rinnovabili ed energie non rinnovabili, cerchiamo di capire quali sono i vantaggi dell’utilizzo delle fonti energetiche alternative.

L’uso di fonti rinnovabili è consigliato per tante ragioni, dal risparmio economico al minore inquinamento ambientale. L’acquisto di impianti alimentati da fonti naturali prevede investimenti economici più bassi e l’emissione di energia pulita ha un impatto positivo sia sull’ambiente che sulla salute dell’uomo. Altro aspetto importante è il fatto che ricorrendo a tecnologie che sfruttano le energie rinnovabili per produrre energia elettrica, viene meno la preoccupazione del loro esaurimento. Al contrario, i combustibili fossili sono, per loro natura esauribili. Pensiamo ad esempio al petrolio. Oltre ad avere costi elevati, comporta un tasso di inquinamento maggiore rispetto alla scelta di una fonte naturale come il sole, il vento, la terra e l’acqua.

Per quanto riguarda l’uso privato di energie rinnovabili, la fonte alternativa più diffusa è l’energia solare. Molti cittadini stanno provvedendo ad installare presso le loro abitazioni impianti fotovoltaici per l’energia elettrica e pannelli solari per l’energia termica (riscaldamento e acqua calda sanitaria). Inoltre, sono previste molte agevolazioni fiscali collegate alla scelta di riqualificazione energetica. I pannelli fotovoltaici poi sono un ottimo investimento che viene ammortizzato nel corso del tempo grazie a un notevole risparmio in bolletta.

fonti energetiche alternative pannelli

I dati sulla produzione e sul consumo delle fonti energetiche alternative in Italia

Facciamo adesso un rapido punto sulla situazione in Italia a livello di produzione e consumo delle fonti energetiche alternative.

Ogni anno il GSE – Gestore dei Servizi Energetici – pubblica un documento sulla diffusione e gli impieghi delle green energy nazionali. In linea generale possiamo sostenere che

“le fonti rinnovabili di energia confermano il proprio ruolo di rilievo nel panorama energetico italiano, trovando impiego diffuso sia per la produzione di energia elettrica, sia per riscaldamento e raffrescamento, sia come biocarburanti utilizzati nel settore dei Trasporti.”

Il 2020 vede l’Italia ben oltre il target del 17 per cento di rinnovabili nei consumi energetici complessivi (ossia elettrico, termico e trasporti) assegnatoci dall’Unione europea con il pacchetto 20-20-20. Il comparto elettrico è quello con il contributo verde più elevato. La Lombardia si afferma come la regione italiana con la più alta concentrazione di potenza installata di impianti per la produzione elettrica da fonti rinnovabili. Seguono la Puglia ed il Piemonte.

Master II Livello in Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili

Se nel tuo futuro vedi una carriera in questo ambito, ti consigliamo di informarti sul Master II Livello in Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili.

Il Master si rivolge a laureati e neolaureati in possesso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica, Civile, Energetica o Informatica, che hanno una spiccata propensione per il settore green economy. Un percorso volto a fornire le competenze necessarie per operare all’interno di imprese del settore energetico ed ambientale, nel mondo della consulenza e nelle istituzioni pubbliche, nazionali ed internazionali.
Questo Master è stato progettato per fornire ai giovani laureati le conoscenze e gli strumenti operativi necessari per operare con elevati livelli di competenza e professionalità in settori altamente innovativi ed in rapida crescita. L’obiettivo è aprire la strada a nuove figure professionali con competenze specialistiche per i settori Energetici e delle Utility.

Se vuoi saperne di più, consulta la scheda informativa del nostro Master.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali