informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia

Commenti disabilitati su I 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia Studiare a Catania

Sei hai da poco terminato i tuoi studi e stai pensando di iscriverti all’Università, sappi che il nostro ateneo online offre un’offerta didattica assai ampia.

In particolare, se stai pensando di iscriverti alla facoltà di psicologia perché sogni una carriera in questo ambito, da noi puoi farlo.

Presso la nostra sede di Catania sono attivi infatti il corso di laurea triennale in scienze e tecniche psicologiche ed il corso magistrale in psicologia.

Per aiutarti a compiere una scelta consapevole, vogliamo sfatare alcuni falsi miti sulla facoltà di psicologia. Ancora oggi infatti circolano notizie false che ingannano gli studenti desiderosi di intraprendere questo percorso. In questa guida, l’Università online Niccolò Cusano di Catania ti svelerà ben 5 falsi miti più diffusi sulla facoltà di psicologia e ti aiuteremo a chiarire ogni dubbio.

Se stai pensando di iscriverti a psicologia, non puoi perderti questa guida.

Falsi miti sulla facoltà di psicologia

falsi miti facolta di psicologia seduta

DepositPhoto.com/IgorVetushko

Purtroppo ancora oggi sono diffusi falsi miti su psicologia. In particolare esistono false credenze che riguardano la professione dello psicologo e che scoraggiano gli studenti ad intraprendere un lavoro così importante.

Il nostro compito oggi è chiarire ogni dubbio, sia sulla facoltà di psicologia che sulla figura dello psicologo stesso.

Iniziamo dunque dal primo falso mito.

1 Una facoltà dove si studia poco

Il primo tra i falsi miti sulla facoltà di psicologia riguarda la falsa credenza del “si studia poco”. In realtà tutte le facoltà di stampo umanistico vengono giudicate, erroneamente, più facili, rispetto a facoltà di stampo tecnico – scientifico.

È certamente vero che un esame di ingegneria richiede uno sforzo notevole, ma le materie umanistiche non sono poi così facili. Nel caso della facoltà di psicologia poi ci troviamo di fronte a materie che richiedono costanza, impegno e concentrazione. Per riuscire a superare gli esami di psicologia serve inoltre tanta dedizione e non tutti possiedono l’attitudine a studiare certi argomenti.

Detto ciò, se pensi di iscriverti a psicologia per studiare poco, fermati subito.

2 Formazione troppo generica

Sulla scia di quanto detto al punto 1, ecco che viene a delinearsi il secondo falso mito su psicologia. Come per tutte le facoltà umanistiche, anche quella di psicologia viene considerata da molti, sbagliando, una facoltà dalla formazione troppo generica. Nella realtà, se andiamo ad analizzare tutte le materie oggetto di studio presenti nel corso di laurea, ci accorgiamo del contrario. La facoltà di psicologia infatti dà una preparazione ampia, completa e dettagliata del settore. Inoltre, se da un lato vi è un approccio multidisciplinare, dall’altro c’è la richiesta di una continua specializzazione e formazione. Non è un caso se il nostro ateneo propone un’ampia offerta di master di I e II livello in ambito psicologico.

3 Tutta teoria e poca pratica

A chi dice che la facoltà di psicologia sia incentrata su un approccio meramente teorico, rispondiamo che non è vero. Durante gli anni di studio infatti, la facoltà di psicologia prevede infatti laboratori e tirocini formativi.

I tirocini infatti consentono agli studenti di mettere concretamente in campo quanto appreso durante le lezioni e rappresentano un primo passo per entrare nel mondo del lavoro.

Tutto ciò in linea con il sistema Unicusano, un sistema formativo che risponde alle esigenze del mondo del lavoro dando una formazione specifica e professionalizzante.

Tutti i nostri laureati infatti ottengono una formazione adeguata alle richieste del mondo lavorativo con competenze spendibili fin da subito.

4 Pochi sbocchi lavorativi

C’è chi sostiene che la laurea in psicologia non abbia molti sbocchi lavorativi e che l’unico lavoro da fare dopo la laurea sia quello dello psicologo. In realtà questo è solo uno dei lavori da fare dopo aver conseguito una laurea in psicologia.

Gli sbocchi lavorativi vanno oltre gli ambiti della psicoanalisi e della psicoterapia. Molti laureati infatti trovano lavoro all’interno di contesti clinici, di riabilitazione, di selezione e ricerca del personale, della formazione. Altri prestano servizio svolgendo attività di consulenza sia nel settore pubblico che in quello privato.

La laurea in psicologia apre le porte anche all’insegnamento, specie per quanto riguarda il ruolo di sostegno all’interno delle strutture scolastiche.

Pertanto, se l’ambizione della maggior parte degli iscritti a psicologia è fare lo psicologo, sappi che le prospettive future possono essere anche altre.

5 False credenze sulla figura dello psicologo

Chiudiamo la nostra guida ai falsi miti sulla facoltà di psicologia con una riflessione sulla figura dello psicologo. Molti studenti infatti sono scoraggiati dalla scelta di questa facoltà perché credono che la figura dello psicologo non sia ben vista. Molti credono infatti che si vada dallo psicologo perché si hanno gravi disturbi. In realtà lo psicologo è un professionista aperto a qualsiasi problematica, più o meno grave, che fa del dialogo il suo strumento di lavoro. Pertanto non c’è da vergognarsi se ci si rivolge ad un professionista per risolvere un conflitto interiore o trovare la soluzione ad un problema personale, di coppia o sociale.

A proposito di falsi miti sulla psicologia, leggi anche il nostro approfondimento sulle mansioni dello psicologo.

Credits Immagine: DepositPhoto.com/JEGAS_RA

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali