informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come superare l’insicurezza: 5 tecniche da provare

Commenti disabilitati su Come superare l’insicurezza: 5 tecniche da provare Studiare a Catania

Hai paura di affrontare gli esami universitari? Ti viene ansia al solo pensiero di sederti di fronte alla commissione d’esame e hai difficoltà ad interagire con le persone? Molto probabilmente stai soffrendo di insicurezza. Quello dell’insicurezza emotiva è un problema da non sottovalutare assolutamente. Si tratta di una condizione che potrebbe crearti forti disagi non solo all’università o nel lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni. Per questo lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Catania ha pensato di realizzare una guida su come superare l’insicurezza.

Nell’approfondimento di oggi ti sveleremo cinque tecniche da provare dedicate a chi, come te, ogni tanto, dubita delle proprie capacità.

Insicurezza emotiva: cos’è e come riconoscerla

Prima di scoprire come superare l’insicurezza e ritrovare l’autostima, cerchiamo di capire cosa significa essere insicuri e come riconoscere i sintomi di questa condizione.

Se in questo periodo senti di essere giù di tono ed avverti una leggera ansia quando pensi alla prossima sessione di esami, non farti prendere dal panico. Può capitare a tutti di attraversare una fase emotiva in cui ci sentiamo più fragili e dubitiamo delle nostre capacità. L’importante è riconoscerne i segnali e trovare la forza di riprendere in mano la nostra vita.

A volte però la situazione può diventare più seria del previsto. Per questo è doveroso fornire ai nostri studenti un quadro più completo rispetto al problema dell’insicurezza e suggerire come essere forti per superare le difficoltà e tornare ad avere una vita più serena.

Quali sono le cause dell’insicurezza emotiva?

Solitamente la causa dell’insicurezza è da ricercare in fattori ambientali e psicologici di diversa natura.

Gli studi dimostrano che l’insicurezza può derivare in particolare da questi tre fattori:

  1. sfiducia
  2. rifiuto
  3. abusi

Scopriamo insieme cosa si cela dietro questi concetti.

Sfiducia

Spesso si perde la sicurezza quando si è stati vittima di un tradimento e c’è la tendenza ad essere diffidenti nei confronti degli altri. La diffidenza porta ad una mancanza di fiducia nel prossimo e alla paura di essere giudicati dagli altri. Chi vive questa condizione tende ad evitare tutte quelle situazioni sociali che possono mettere la persona in relazione con altre.

Rifiuto

Essere rifiutati può provocare una grave perdita di fiducia in se stessi ed un calo dell’autostima. La persona rifiutata può diventare una persona insicura che tende ad avere di sé una percezione negativa. L’atteggiamento di una persona rifiutata è solitamente negativo e pessimista.

Abusi

Purtroppo si può essere vittime di abusi in ogni fase della nostra vita, dall’infanzia all’età adulta. Fisici o psicologici, gli abusi sono i fattori che determinano stati di insicurezza emotiva più gravi per i quali spesso è necessario ricorrere alla terapia.

come superare l'insicurezza ragazza

Come si comporta una persona insicura?

A prescindere dalle cause, le persone insicure sono persone che prendono difficilmente decisioni e si chiedono continuamente se ciò che fanno sia giusto o sbagliato.

Gli insicuri avvertono un senso di inferiorità rispetto agli altri e dubitano spesso della loro parola. Pensano di non essere mai all’altezza della situazione e avvertono di frequente uno stato di ansia quando devono affrontare una situazione più impegnativa.

Come avrai capito, l’insicurezza crea forti disagi sociali. Dunque, come superare l’insicurezza e come essere sicuri di sé?

È il momento di scoprirlo.

Come superare l’insicurezza: 5 consigli utili

Quelli che ti forniremo adesso sono 5 consigli utili che l’Università online Unicusano ha pensato di dedicare a tutti quegli studenti che ogni tanto si lasciano sopraffare dall’insicurezza e dall’ansia di essere giudicati.

Ecco quali sono gli atteggiamenti da assumere per superare l’insicurezza emotiva.

Pensa ai tuoi lati positivi e valorizzati!

Il primo consiglio è pensare a tutte le cose positive che possiedi.

Fai una lista, anche scritta, delle tue qualità positive che ti rendono una persona valida e speciale. Pensa a tutto ciò che di bello possiedi e ricordati di valorizzare ogni giorno questi tuoi aspetti e queste qualità. Imparare ad avere pensieri positivi di te stesso ti aiuterà ad avere un atteggiamento altrettanto positivo nei confronti della vita e degli altri. Mostrati positivo e valorizzati! Vedrai che piano piano riuscirai a superare le tue insicurezze e ti sentirai una persona migliore.

Dai voce al tuo io interiore

Il secondo consiglio è dare voce al proprio io interiore.

Cosa significa? Inizia, ogni giorno, a fare un’introspezione. Comincia cioè a riflettere su quello che ti circonda e a valutare ogni aspetto della tua vita, mettendo in pratica un’autocritica costruttiva su te stesso.

Libera la tua voce interiore e smetti di ripeterti frasi negative. Non rivolgerti mai più a te stesso in maniera negativa con frasi del tipo “non sono capace” o “non riesco a farcela”. Se non provi a fare una cosa non saprai mai quali sono i tuoi reali limiti e quali sono le tue reali capacità.

Esprimi te stesso

Il terzo consiglio è una diretta conseguenza del secondo. Ovvero, esprimi te stesso e mettiti alla prova. Ora che hai preso consapevolezza delle tue doti positive e hai smesso di dire frasi come “io non riesco a farlo”, è il momento di pensare a qualcosa in cui puoi esprimere il tuo potenziale.

Pensa ad un’attività sportiva ad esempio, in cui potrai tirare fuori le tue capacità di singolo o di fare squadra.

Gli sport di gruppo sono ideali per combattere la timidezza e l’insicurezza, ma se non te la senti, inizia almeno a praticare uno sport individuale in cui ogni giorno farai meglio.

Inoltre, se dentro di te si cela un talento artistico, è il momento di liberarlo! Dedicati ad un hobby che ti rende appagato.

come superare l'insicurezza coppia

Circondati di persone positive

Il quarto consiglio è circondarsi di persone positive. Come superare l’insicurezza se al tuo fianco hai persone negative? Scegli solo persone che emanano energia positiva ed hanno un’influenza sana sul tuo umore.

Inizia a frequentare amici capaci di farti superare l’insicurezza, persone attive e piene di entusiasmo.

Per recuperare l’autostima hai bisogno di parole di incoraggiamento e di amici che hanno un approccio positivo alla vita. Solo così le tue relazioni sociali potranno migliorare.

Non sentirti un “malato”

Anche se l’insicurezza può avere cause più o meno gravi e può creare delle situazioni di disagio sociale, l’ultimo consiglio che ti diamo è quello di non sentirti un “malato”.

Essere timidi ed avere un carattere più riservato non vuol dire essere sbagliati. L’importante è che tu sappia convivere con il tuo carattere e riconoscere che la timidezza o l’insicurezza sono tratti distintivi della tua persona.

Ogni volta che ti sentirai fragile per questo, pensa alle tue qualità e caricati di energia positiva. Prova a darti piccoli obiettivi da raggiungere e fai di tutto per realizzarli.

Vedrai che a piccoli passi riuscirai a superare ogni ostacolo.

Ora che sai come aumentare la tua autostima e come superare l’insicurezza che ogni tanto ti blocca, ti senti pronto per rimetterti in pista?

Ogni volta che ti sentirai sopraffatto da sensazioni negative, pensa ai nostri consigli per ritrovare fiducia in te stesso.

Se vuoi ricominciare dallo sport, leggi il nostro approfondimento sugli sport che fanno bene al cervello.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali