informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Un master per lavorare nella Pubblica Amministrazione

Commenti disabilitati su Un master per lavorare nella Pubblica Amministrazione Studiare a Catania

Ma quanto cambiano le cose! Fino a poco tempo fa sembrava impensabile che un certo tipo di impiego attirasse i giovani ed ora lo schema, invece, è del tutto invertito. I mitici film di Paolo Villaggio “Fantozzi” schernivano chi volesse lavorare nella Pubblica Amministrazione additandolo, con una comicità sopraffina, come qualcuno che non ha voglia di fare nulla e che si occupa di mansioni più o meno inutili. La crisi, invece, ha fatto abbassare la cresta ai ragazzi che ora un posto fisso lo rispettano e, forse, lo sognano pure. Parallelamente, la macchina statale s’è tolta un po’ di ammennicoli e s’è oleata funzionando molto meglio. Sono passati un po’ di anni dallo splendido lavoro dell’artista genovese ma sembra siano passati secoli. Se la pensate così anche voi, Unicusano Catania vi aiuta. Come? Con l’unico modo che conosce per aiutare gli studenti e cioè dando una formazione ad hoc col master ad hoc. Scopritelo insieme a noi continuando a leggere questa mini-guida.

Volete lavorare nella Pubblica Amministrazione? Fatelo preparandovi nel modo giusto e quindi con Unicusano Catania. Fatelo scegliendo la sua formazione post laurea che, nello specifico, è un corso denominato “Master II livello in Governance e Management nella Pubblica Amministrazione“.

Con un percorso didattico di 1500 ore complessive di lezioni, valide per 60 crediti formativi, ed un costo annuale di 1500 euro pagabili in due rate, non dovrete far altro che affidarvi all’approccio multi-disciplinare del master per avere, a ciclo di studi chiuso, opportunità di perseguire la strada verso un impiego statale.

Il tema è un po’ complesso perché complessa è la materia statale ma voi potete sfruttare questa mini-guida per saperne di più.

Come affrontare concorsi pubblici

Lavorare nella Pubblica Amministrazione presume il fatto che siate in grado di superare le selezioni. Siccome sono impieghi ben retribuiti coi nostri soldi, è anche corretto che non siano accessibili solo a chi li scopre in tempo bensì a chiunque abbia i requisiti giusti per tentare.

Approcciarsi ad un concorso pubblico non è facile e ci vuole il supporto e il consiglio di chi questo mondo conosce bene. Ecco perché, che sia per entrare in Polizia o presso altri Enti, Unicusano offre formazione ad hoc.

La sua offerta di corsi che preparano ai concorsi, infatti, è ottima e ben strutturata e si evolve continuamente. Studiatevi il sito per avere le informazioni più aggiornate e vedrete che vi sarà tutto più chiaro (e a portata di mano).

La facoltà di Economia e i suoi sbocchi

Quale laurea è più giusta per avere un posto di lavoro nello Stato? Dipende, le figure che ci operano sono diverse. Di certo aiuta una laurea in materia economiche.

Lo Stato è a tutti gli effetti un’azienda, seppur molto complessa, e quindi ha possibilità di inserimento chiunque abbia un approccio tecnico all’Economia che si esplica nei bilanci, lo stanziamento dei fondi fino alla Legge Finanziaria.

Avere le basi con la facoltà di Economia, non vi offre solo sbocchi lavorativi nel Ministero della Finanze ma un po’ in tutti gli Enti connessi che hanno bisogno di far quadrare i conti a fine anno ed hanno bisogno, in ottica di spending-review, di chi sa “spendere bene”.

La facoltà di Giurisprudenza e i suoi sbocchi

Un discorso simile si può applicare agli sbocchi nella Pubblica Amministrazione della facoltà di Giurisprudenza. Siamo sotto una macchina i cui meccanismi girano grazie a leggi, decreti e regolamenti e ci vuole chi ne sappia in materia.

Ogni spostamento anche di fondi è regolamentato da un approccio forse burocratico ma necessario per cercare di tracciare gli spostamenti di soldi che di base sono di tutti noi.

Oltre alle porte di Ministeri come quello della Giustizia, ci sono infiniti Enti e società partecipate il cui Ufficio del Personale ha bisogno della vostra expertise per barcamenarsi tra contratti, beghe legali e nuove assunzioni.

 

Come gestire la comunicazione nella Pubblica Amministrazione

Nell’ottica di un approccio moderno alla Res Pubblica, è indubbio che ci sia bisogno di risistemare la comunicazione nella Pubblica Amministrazione.

I comunicatori che prenderanno l’indirizzo istituzionale sapranno essere appetibili in un mercato atipico che comunque si rivolge anche alla gente comune che da sempre lamenta gap troppo forti in tal senso.

Gli sportelli di interazione col pubblico sono un esempio fulgido ma ci sono le tantissime esternazioni pubbliche delle nuove leggi che andrebbero comunicate in modo migliore, anche iniziando ad usare i social network che possono essere il vero ponte tra Stato e popolo e quindi fonte di ritrovata fiducia nella Istituzioni.

 

Ora che lavorare nella Pubblica Amministrazione non è più chimerico, vi dovete impegnare a racimolare tutte le informazioni che vi possono essere utili attraverso due modi. Innanzitutto attraverso le informazioni che trovate negli articoli che pubblichiamo sul blog universitario della città di Catania. Poi anche con le domande dirette che potete porci attraverso l’apposito form di richiesta di informazioni.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali